SOLLECITI RED-EST

L’INPS (Istituto Nazionale di Previdenza Sociale) ha inviato nei giorni scorsi, una lettera di sollecito per la dichiarazione dei redditi prodotti nell’anno 2017 a tutti i titolari di pensione italiana residenti all’estero, che non hanno provveduto ad inviare quanto richiesto.

Qualora il modulo non sia trasmesso o non sia correttamente compilato, sottoscritto e completo della documentazione da produrre, l’INPS procederà alla sospensione delle prestazioni legate al reddito, per questo invitiamo i pensionati a raggiungere i nostri uffici o mettersi in contatto telefonico non appena riceveranno la seguente lettera.

Il patronato INAS CISL ricorda che l’accertamento reddituale sarà effettuato dall’Inps ogni anno, così come avviene per i pensionati residenti in Italia. L’ordinamento pensionistico italiano, infatti, prevede la concessione sia di prestazioni a carattere assistenziale sia di benefici economici sui trattamenti pensionistici (l’integrazione al minimo, la maggiorazione sociale, la quattordicesima mensilità e i trattamenti di famiglia), il cui riconoscimento è subordinato all’importo dei redditi del titolare di pensione italiana e del coniuge poiché componente del nucleo familiare.

 

 

Ok

We have published a new Cookie Policy to explain the different types of cookies that may be used on this site and their respective benefits. If you would like to disable cookies, please view "How do we manage cookies" in the Privacy&Policy. Note that parts of the site may not function correctly if you disable all cookies.
By using the site, you consent to the use of cookies unless you have disabled them. Read More.