Gigi Petteni è il nuovo presidente dell’Inas

“Chiamiamoci per nome: ci tengo a iniziare questo percorso con voi - e per voi intendo le persone che lavorano qui e sul territorio - come una persona che oggi fa parte della comunità operosa e operativa del patronato”: con queste parole Gigi Petteni, eletto all’unanimità dal Consiglio Generale della Cisl il 28 marzo 2018,  ha iniziato il primo giorno da nuovo presidente dell’Inas, portando un segnale forte della propria volontà di fare squadra all’Inas per e con la Cisl.

“A guidarmi, a guidarci nel lavoro sarà l’ascolto: per me sarà fondamentale ascoltare il cuore pulsante dell’Inas, il territorio dove gli operatori incontrano volti, fatiche e storie di sofferenza e in cambio danno speranza. In nome di questo quotidiano impegno combatteremo per non dover rinunciare del tutto ai principi fondativi di solidarietà e sussidiarietà, che possono sopravvivere anche con un reale riconoscimento economico di quanto facciamo da parte dello Stato”, ha aggiunto Petteni.

Presente all’incontro di benvenuto del nuovo presidente, insieme agli operatori della sede nazionale anche la Segretaria Generale della Cisl, Annamaria Furlan. “E’ importante che lei sia qui – ha sottolineato Petteni – perché con la confederazione abbiamo un ponte forte da costruire e perché, nella fase di grandi e veloci trasformazioni che stiamo affrontando, le nostre scelte strategiche saranno tutte all’insegna della confederalità. Per questo, al centro del nostro impegno ci sarà la Cisl Inas, un soggetto che mette al centro il ‘noi’, in cui si sposano pragmatismo e visione del patronato e del sindacato.

 “In questo percorso - ha detto la segretaria generale Furlan - dobbiamo camminare insieme, costruire, lavorare, aggiornarci, aumentare sempre più la nostra professionalità come segno di rispetto verso coloro che rappresentiamo. Chi lavora all’Inas si riconosce nei valori della Cisl di solidarietà e bisogno di ricercare elementi di giustizia sociale: per questo una grande organizzazione come la Cisl, che ha nel suo dna il valore della persona, vive nel suo patronato Cisl Inas il momento più forte e identitario”.

 “L’Inas per la Cisl - ha sottolineato Furlan - è sempre più spesso il canale attraverso il quale le persone entrano in contatto con il sindacato per la prima volta e rappresenta, quindi, un avamposto di fondamentale importanza, perché ci regala la fortuna straordinaria di sentirsi utili per le persone, in momenti delicati della loro vita, quando cercano qualcuno che le ascolti, le aiuti e le indirizzi, qualcuno che dia voce alle necessità. Di fronte a questi bisogni, che oggi stanno cambiando, come Cisl e come Inas dobbiamo avere la capacità di allargare la nostra possibilità di inclusione e di vicinanza ai più deboli. Impegnarci “per la persona, per il lavoro”, non è una dichiarazione d’intenti ma un nostro elemento costituente, una visione che sta alla base del modello sociale che vogliamo costruire, una spinta per tutti noi ad aumentare le possibilità di inclusione e coesione sociale”.

Gigi Petteni, che ricopriva l’incarico di segretario confederale della Cisl, sostituisce Domenico Pesenti. “Sono felice di aver avuto la possibilità di fare sindacato qui, di fare democrazia attraverso l’attività del patronato. Dalla prima linea, sul territorio, sono certo che porterete avanti una battaglia fondamentale: rafforzare l’Inas oggi significa accettare una sfida che darà futuro alla Cisl”: con queste parole Domenico Pesenti ha voluto concludere il proprio incarico per l’istituto, un incarico che il presidente uscente, come ha sottolineato la segretaria generale Anna Maria Furlan, “ha portato avanti con grande umanità, impegno e generosità”.

Gigi Petteni ha cominciato il suo percorso sindacale nel 1973, alla Mobili Barcella di Bagnatica, come delegato aziendale. Dopo aver frequentato, nel 1977, il corso lungo per operatori sindacali - presso il Centro Studi nazionale Cisl di Firenze, è stato eletto nella segreteria della Filca Cisl (edili) di Bergamo nel 1981. Nel 1995 è entrato a far parte della segreteria della Cisl di Bergamo, diventandone nel 2004 il segretario generale. Nel settembre 2008 viene eletto al vertice della Cisl Lombardia, incarico riconfermato in occasione dell'XI congresso regionale nel 2013. Dal 31 ottobre 2014 ha ricoperto l'incarico di segretario confederale della Cisl, con delega al mercato del lavoro, formazione professionale, politiche della contrattazione decentrata, riforma del modello contrattuale. Questo incarico è stato riconfermato, con l’aggiunta della delega delle Politiche dell’istruzione, il 6 luglio 2017, con il XVIII Congresso confederale.

(Nella foto da sinistra: il vicepresidente Inas Antonio Graniero, il vicepresidente Inas Paolo Mezzio, il Segretario Generale della Cisl Annamaria Furlan, il nuovo presidente Inas Gigi Petteni ed il precedente presidente Inas Domenico Pesenti)

Continua

Questo sito Web utilizza i cookie. Continuando a utilizzare questo sito Web, si presta il proprio consenso all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni sulle modalità di utilizzo e di gestione dei cookie, è possibile leggere l'informativa sui cookies.