INPS: CONTROLLI REDDITUALI E RIMBORSI INDEBITI

In questi giorni molti titolari di pensione ai superstiti INPS stanno ricevendo una lettera di comunicazione di ricalcolo da parte dell’Istituto. L’INPS periodicamente effettua dei controlli sulle pensioni, anche per coloro che sono residenti all’estero, sulla base delle dichiarazioni reddituali annuali, modelli RED/EST, presentate dal pensionato.

Nella prima pagina della lettera ricevuta è messo in evidenza il rimborso richiesto dall’INPS mentre nelle pagine allegate è presente il prospetto di calcolo dove vengono indicati: il metodo di calcolo e la motivazione. Tale riduzione viene applicata in forma percentuale sulla base delle soglie di riduzione stabilite dall’articolo 1, comma 41 della legge 335/1995 (la cosiddetta Legge Dini).

Di norma al coniuge superstite spetta il 60% della pensione percepita o spettante dal defunto, ma la pensione di reversibilità può essere ridotta in percentuale, se in possesso di redditi a partire dalla soglia di tre volte il trattamento minimo INPS.

Nel calcolo reddituale viene preso in considerazione se il coniuge superstite percepisce anche altri redditi (la pensione estera rientra in tale reddito) e vengono applicate delle riduzioni in base a quanto spetta.

Per le pensioni di reversibilità il limite previsto per l’anno 2016 entro cui la pensione del coniuge superstite non subiva variazioni era di 19’573,71 euro. Superata tale quota sarà applicata d’ufficio la riduzione pari al 25% per redditi che superano tre volte il minimo INPS (19’573,71 euro), riduzione pari al 40% per importi pari a quattro volte il minimo (26’098,28 euro), riduzione pari al 50% per redditi pari a cinque volte il trattamento minimo INPS (32’622,85 euro).

Il pensionato ad ogni modo può informare entro 30 giorni l’INPS della scelta del metodo di pagamento. I nostri uffici sono a disposizione gratuitamente per aiutare nella procedura. In base all’indebito formato e l’importo della pensione mensile, si può optare per la richiesta di rateizzazione su parte della pensione oppure nella trattenuta totale della pensione quando l’importo è alquanto basso.

 

Continua

Questo sito Web utilizza i cookie. Continuando a utilizzare questo sito Web, si presta il proprio consenso all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni sulle modalità di utilizzo e di gestione dei cookie, è possibile leggere l'informativa sui cookies.